Il cancello sul lago

di Lino Mastromarino

Il cancello sul lago

Pagine 278 / ISBN 978-88-99257-52-1 / 25 maggio 2018
Ed. cartacea: 12,90 euro

Il patriarca Luigi vive l’azienda in modo totalizzante. Lui è il dominus e il divide et impera è lo strumento che utilizza per imporre la sua leadership. Andrea e Paolo, due dei tre figli, fanno a gara per compiacerlo e allo stesso tempo sviluppano un forte sentimento di rivalsa nei suoi confronti, oltre che di reciproca rivalità tra fratelli.
La situazione precipita quando il più debole dei due cade ad opera della mano omicida di uno dei personaggi che, pur rimanendo ai margini della trama, si scopre essere un altro pretendente al “trono” di Luigi. Una grande saga d’autore. Un potente esordio narrativo.

Lino Mastromarino, nato nel 1955 è torinese di adozione. Ha lavorato per trent’anni, fino al 2015, per Pricewaterhouse Coopers Advisory, il più grande network di servizi di management per le imprese esistente al mondo. Nella sua carriera ha maturato una profonda esperienza nel campo dello Strategy e del Management Consulting. Ha esercitato la sua attività in svariati settori: manufacturing, government, retail & consumer, healthcare e food & drink, focalizzandosi prevalentemente su progetti di Corporate Transformation. E’ uno dei massimi esperti del mondo delle Piccole e Medie imprese italiane. A tale riguardo è autore di numerose pubblicazioni e articoli, tra cui un saggio sul tema dei Distretti Industriali edito da “Il Sole 24ore” (Italia, è tempo di ripartire, 2012).

Da sempre amante della scrittura, ha deciso di lanciare un filone di romanzi noir – di cui Il cancello sul lago ne costituisce l’opera prima – nel quale le dinamiche e i processi aziendali faranno da sfondo alle trame, con l’obiettivo di concedere al lettore, oltre alla gradevolezza della lettura di libri gialli, anche interessanti spunti di riflessione.

Lascia un commento