Ecco i “Nidi di periferia”, poesie tra luci e caffè

nidiIl primo titolo thedotcompany del 2017 è “Nidi di periferia. Ombre di cammini tra luci e caffè” (70 pp., a breve disponibile in versione digitale e cartacea) della scrittrice milanese Laura Monteleone (quinto volume della collana di poesia Myricae).

Un’opera prima (decisamente convincente, delicata e preziosa) di 53 componimenti che accompagna il lettore alla riscoperta dei luoghi del pensiero.

Un’escursione sul personalissimo sentiero delle proprie storie e ricognizioni di donna, in cui luci e ombre emergono dai versi intrecciati in un nido riservato e leggero.

E’ il migliore punto di osservazione dal quale scorgere la misura che separa il viandante dalla propria meta. E’ un atto d’amore.

***

Laura e un suo fan in "pausa tè" in un bar a Milano. A destra le prove di stampa del libro nella sede di thedotcompany
Laura e un suo fan in “pausa tè” in un bar a Milano. A destra le prove di stampa del libro thedotcompany

Laura Monteleone è un’inquieta lettrice e viaggiatrice milanese (ex insegnante, ex traduttrice, ex tour operator) dello storico quartiere di Niguarda. Ossessionata dalla scrittura e dall’uncinetto, sta cercando di fonderli in un’unica attività di uncinettura. Il marito e due figlie tostissime non sono mai riusciti a distoglierla da attività di vario volontariato (Telefono Rosa, Terres des Hommes, biblioteche, missioni parrocchiali…) e di biscotteria. Quando non è impigliata nella lana, persa in un libro, travolta in un concorso letterario, la si può trovare dietro il banchetto di un mercatino hobbistico, tra le linee dei balli country, a una seduta di meditazione, in una poltroncina di teatro e certamente aggrappata a una tazza di caffè, preferibilmente durante sessioni notturne di eventi letterari e cineforum. La sua prima pubblicazione risale al 1999, con il racconto Cuori senza frontiere per l’antologia di Voci di Donne.

Lascia un commento