copertina-ict270x270

Libro bianco dell’ICT in Emilia-Romagna

di Armando Sternieri

Prefazioni di Franco Mosconi e Franco Amatori

Pagine 80 / ISBN 978-88-99257-14-9 / Maggio 2016
Versione su carta: 19,90 euro. Collana “Ottanta pagine”

Un saggio socio-economico (tecnico-accademico) a mo’ di numero zero della neonata collana “Ottanta pagine“, ossia libri agili per conoscere la società, la cultura e l’economia e quindi le opportunità e i limiti del presente al fine di poter capire e saper gestire le sfide del futuro in un mondo che cambia in fretta.

Un volume con tutte le tabelle, i grafici e i trend più aggiornati, fino a oggi inediti, sulla diffusione e le caratteristiche dell’Information & Communication Technology in Emilia-Romagna (dati ufficiali confrontati con l’Italia e con ben 9 regioni europee). Presentato l’1 giugno a Reggio Emilia nell’ambito di un meeting – 65 invitati – nel corso del quale è stato appunto illustrato e discusso l’esclusivo “Rapporto 2015-2016 (by Energee3) sull’ICT in Emilia-Romagna”.

“L’effetto congiunto dell’importanza delle ICT in sé e l’applicazione di queste tecnologie alla generalità dei settori economici si riflette, a livello macroeconomico, sull’andamento del saggio di produttività. Possiamo così spiegarci le differenze sia fra la crescita economica degli USA e dell’UE, sia quella verificatasi all’interno dell’UE con notevoli differenze tra i singoli Stati membri. Prevalgono sempre, nella velocità di crescita del PIL, i Paesi che più hanno investito in conoscenza”.
(Dalla prefazione di Franco Mosconi)

“È curioso per uno storico constatare come l’Italia, un paese che all’inizio del XX secolo fu in grado di dare una soluzione, almeno parziale, al problema energetico con la costruzione di ardite centrali elettriche, si sia fatta trovare impreparata nel momento in cui diventava necessaria la banda larga […] Siamo certi che tutta l’Italia verrà cablata. Non ne possono fare a meno i nostri ‘capitani coraggiosi’, gli industriali italiani”.
(Dalla prefazione di Franco Amatori)

Lascia una risposta